Come funziona la raccolta differenziata a Palermo? (1° parte)

Palermo-Differenzia-LocIncontro con Larissa Calì, dirigente Rap

Insieme a Larissa Calì, cerchiamo di fare il punto sullo stato e sulle modalità di attuazione della raccolta differenziata a Palermo. La dirigente ci spiega infatti che sono due i modi attraverso cui viene fatta la raccolta differenziata a Palermo: la raccolta differenziata con campane stradali e la raccolta differenziata porta a porta. Mentre la seconda è in fase di attuazione sperimentale solo in alcune parti della città, la prima interessa il resto dell’area urbana. In programma vi è anche l’istituzione della raccolta di prossimità in alcune zone molto circoscritte quali Borgo Nuovo.

La raccolta differenziata con campane stradali vuol dire che in ogni quartiere sono presenti delle campane dove è possibile lasciare i propri rifiuti differenziati: la campana gialla per gli imballaggi di plastica, la campana verde per il vetro e alluminio, la campana bianca per la carta e il cassonetto tradizionale per i rifiuti indifferenziati.

Purtroppo a causa della mancanza di risorse economiche non vi sono campane del vetro e della carta a sufficienza in tutti i quartieri della città, ma presto questo problema sarà risolto grazie alla collaborazione con COMIECO (il consorzio per il riciclo della carta) che dovrebbe fornire delle ulteriori campane.

La “raccolta differenziata di prossimità” consiste in un sistema di prelievo dei rifiuti differenziati in prossimità della residenza di un gruppo di utenti. Ovvero, i cittadini coinvolti dal servizio possono/devono conferire i propri rifiuti differenziati nei cassonetti, miniti di chiave, posti in prossimità del loro numero civico di residenza.

E la raccolta differenziata porta a porta? Come funziona?

Descrivere le modalità di funzionamento della raccolta differenziata porta a porta è piuttosto  complesso. Andiamo per gradi.

Il progetto della Rap che si occupa d’istituire la raccolta differenziata a Palermo prende il nome di “Palermo Differenzia” e prevede una modalità di attuazione per “step” ovvero per aree urbane. Fino ad adesso è stata attuata la fase 1 del progetto “Palermo differenzia”, che coinvolge i quartieri all’interno del perimetro che si estende da nord (via Belgio/Praga) a est (v.le Fante/via Puglisi/Campolo)a sud (via Amari/Dante/Malaspina/Aurispa/Parisio)a ovest (asse V.le R. Siciliana) per un totale di 130.000 abitanti. La fase 2 di Palermo differenzia comprenderà invece il resto dei quartieri intorno a viale Strasburgo, tutto il centro fino al centro storico e il braccio di Settecannoli. Inoltre è già in progettazione la fase 3 di Palermo Differenzia che comprenderà Mondello e Sferracavallo.

(1-continua)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...