Portare all’esterno le istitituzioni, gli organi politici, e avvicinarli al cittadino

Schermata 2014-03-31 a 13.10.36Incontro con Michele Maraventano –  Presidente VI Ciroscrizione – Cruillas – San Giovanni Apostolo (ex C.E.P.) – Resuttana – San Lorenzo

Secondo il presidente della V circoscrizione Michele Maraventano uno degli aspetti che vanno tenuti maggiormente in considerazione nello svolgere il proprio mandato di presidente è quello relativo alla dimensione sociale del territorio.

Il suo impegno sul territorio infatti è volto in modo particolare nel sensibilizzare i cittadini alla partecipazione e ai temi del vivere civile, aspetti spesso poco tenuti in considerazione sul territorio dell città di Palermo.

Si tratta di una disgregazione del tessuto sociale che riguarda la popolazione nella sua totalità, dai ceti popolari a quelli più alti, insieme con le istituzioni.

Anche all’interno del consiglio di circoscrizione a volte risulta difficile cooperare in maniera costruttiva per un obiettivo comune.

Per tali ragioni una delle attività che vedono il presidente Maraventano particolarmente impegnato è l’incontro con scuole, parrocchie e altri punti di riferimento sul territorio della VI Circoscrizione. L’obiettivo è quello di portare fuori le istitituzioni, gli organi politici, e avvicinarli al cittadino. In tale modo è possibile favorire la circolazione di risorse e collaborazioni (con soggetti interni ed esterni al territorio) che possono favorire lo sviluppo sociale e non solo del proprio territorio di riferimento.

Annunci

La mappa delle Circoscrizioni

Dalla visione di Palermo “città di città” lanciata alla fine degli anni ’90 con la redazione del nuovo Piano regolatore Generale i quartieri di Palermo sono stati incardinati in un sistema di perimetri urbani – prima le Municipalità oggi le Circoscrizioni – che hanno annunciato un decentramento amministrativo e dei servizi mai compiuto e che oggi richiama la nostra attenzione.

Vogliamo ripartire dalla mappa di Palermo che riportiamo qui sotto, suddivisa negli otto ambiti amministrativi definitivi Circoscrizioni, per invitarvi a ragionare sulla validità di quei perimetri e contemporaneamente sulle strade ancora possibili per ottenere un vero decentramente delle funzioni amministrativi e una rilettura/riqualificazione delle molte periferie di cui si compone la città.

La mappa contiene dati e indicazioni sull’estensione delle 8 circoscrizioni, sulla popolazione totale e sulla posizione degli uffici decentrati e delle sedi di circoscrizione e offre la possibilità per ragionare sulle differenti “qualità” di ognuna delle circoscrizioni (la forte presenza delle aree ambientali protette di Capo Gallo-VII Circoscrizione e di Monte Pellegrino-VIII Circoscrizione) il carattere prettamente urbano e storico della I e il radicale cambiamento di paesaggio che si può esperire muovendosi all’interno delle altre, che “affettano” il sistema dei rilievi della conca d’oro e giungono fino al cuore del centro città.

Sulla mappa abbiamo riportato infine le linee del tram che stanno in questi mesi portando tre le altre cose ad un ridisegno di molti luoghi simbolo del degrado delle periferie palermitane.

Se le municipalità di fine anni ’90 avevano nomi riconoscibili (Libertà/Montepellegrino, Monte Gallo, Colli, Monte Cuccio, Oreto, Maredolce, Messina Marinae e Centro storico) e sembravano ritagliate almeno nelle intenzioni su elementi storico/geografici riconoscibili, l’attuale sistema delle circoscrizioni, numerate da I a VIII va a disegnare ambiti forse eccessivamente ampi, in cui convivono (amministrativamente parlando) realtà di quartiere anche molto distanti e fortemente differenti in cui è comunque evidente il fatto che “la città di città” non è ancora nata.

Ne discuteremo assieme giorno 5 aprile al terzo town meeting che si svolgerà ai Cantieri Culturali alla Zisa, al quale vi invitiamo ancora una volta a partecipare.

Visualizza Mappa delle CIRCOSCRIZIONI in una mappa di dimensioni maggiori

Le delibere delle Circoscrizioni dovrebbero avere esecutività immediata

Schermata 2014-03-26 a 09.09.36

Incontro con Fabio Teresi – Presidente V Circoscrizione – Borgo Nuovo – Uditore Passo di Rigano – Noce – Zisa.

Il presidente della V Circoscrizione Fabio Teresi ritiene che la circoscrizione svolga un ruolo importantissimo di front office nell’ascolto delle esigenze dei cittadini del territorio che nel caso della V presenta bisogni ed esigenze piuttosto variegati.

Da un punto di vista politico però le possibilità di intervento delle circoscrizioni sono molto limitate: le delibere di consiglio non hanno infatti nessun potere esecutivo, dunque spesso si perdono nel nulla. Se invece avessero esecutività immediata, le circoscrizioni non sarebbero più meri segnalatori di problemi ma potrebbero svolgere una vera e propria funzione di programmazione e orientamento degli interventi sul territorio.

Del resto sono gli organi amministrativi che più di altri conoscono le esigenze del territorio quindi avrebbero tutte le conoscenze e competenze necessarie. Potrebbero dunque fornire indicazioni utili alla programmazione degli interventi di potatura, manutenzione, etc.

Cosa succede nelle altre città? (l’enorme potenziale delle Circoscrizioni-2)

Schermata 2014-03-24 a 21.02.44Nel nostro viaggio verso il town meeting di giorno 5 aprile dedicato al tema dello sviluppo della dimensione della Circoscrizione a Palermo (e alla qualità dei servizi e al potenziamento delle capacità d’ascolto da parte delle amministrazioni) siamo arrivati al secondo appuntamento con la nostra rubrica “Cosa succede nelle altre città”.

Dopo l’articolo dedicato all’Associazione Quartieri tranquilli di Milano oggi vi segnaliamo l’interessante portale web “Storie di quartiere”, vera e propria vetrina della Circoscrizione 3 di Torino.

Lo scopo del progetto storie di quartiere è quello di lavorare sul senso di appartenenza al territorio e al contesto sociale dei cittadini torinesi. Il cuore, simbolico e fisico della Circoscrizione è il Pozzo Strada, punto di riferimento millenario nella topogragia torinese.

La mission perseguita dai promotori del sito è quella di “tornare a vivere il nostro quartiere come una grande famiglia”, dove “ogni cittadino possa partecipare e animare la vita locale”.

Rispetto alla ricerca di identità delle nostre Circoscrizioni palermitane, sul portale “Storie di quartiere” è interessante la commistione di voci, da quella istituzionale agli apporti degli utenti, dalle mappe che illustrano le valenze storiche ai link alla promozione delle “Attività sul territorio”, con pagine dedicate ai profesionisti, agli artigiani, ai negozi, alle industrie, alle associazioni.