Valorizzare e connettere tra loro i beni culturali della costa

Immagine 1Lunedì 16 dicembre abbiamo incontrato l’arch. Fabio Alfano del Comitato Bene Collettivo. Come rappresentante del Comitato gli abbiamo chiesto quali siano le priorità d’intervento rispetto al tema del recupero della costa palermitana.

Il nostro interlocutore ha subito sottolineato che per riqualificare la costa, così come altre parti della città, prima ancora di individuare le criticità bisogna occuparsi del metodo da adottare nella progettazione e scelta degli interventi da portare avanti. Perché vengano attuate delle opere efficaci ed efficienti è infatti necessario stabilire un rapporto produttivo di interazione e scambio tra amministrazione, cittadini e professionisti. Per fare ciò è necessario predisporre delle procedure certe che diano ordine e trasparenza a questi processi. A tale scopo il Comitato per il Bene Collettivo ha proposto un nuovo statuto del Comune di Palermo in grado di normare questi percorsi. In generale per garantire la qualità delle scelte rispetto agli interventi su beni urbanistici e architettonici è necessario aprirsi alle professionalità di più soggetti, bandendo dei concorsi pubblici e dando visibilità ai vari progetti ideati anche nel corso del tempo. Ai cittadini dovrebbe poi essere data la possibilità di conoscere e valutare tali progetti ad esempio attraverso la costituzione di un Urban Center, dunque un luogo fisico e virtuale in cui raccogliere e comunicare le varie progettualità elaborate sulla città.

Per quanto riguarda nello specifico la riqualificazione della costa sicuramente la prima urgenza da affrontare è la riconnessione dei vari bene architettonici distribuiti lungo il litorale (quali le tonnare, l’ex chimica arenella, etc.), creando dei percorsi continui di fruizione. Nel fare questo bisogna però considerare che la presenza del Porto e dei Cantieri Navali che costituiscono una cesura che inevitabilmente divide in due la costa di Palermo.

Valorizzando e riconnettendo i luoghi situati lungo questi due percorsi si creerebbero nuovi punti di attrazione in grado di riportare i cittadini a fruire nuovamente del mare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...