Rigenerare Sferracavallo. Parlano gli abitanti

Incontro con i membri del Centro Commerciale Naturale di Sferracavallo – 10/12/2013

Insieme ad alcuni componenti del Centro Commerciale di Naturale (Ccn) di Sferracavallo abbiamo svolto un focus group sulle problematiche principali che impediscono lo sviluppo economico della borgata.

20131210_173548

L’incontro è stato aperto dal presidente del Ccn che ha sottolineato come a differenza degli altri consorzi quello di sferracavallo abbia una vocazione più turistica e orientata alla ristorazione piuttosto che al commercio. Questo potenziale non è però valorizzato a causa di 3 ostacoli principali. Il primo riguarda il cattivo stato in cui versa il porto, al punto da non garantire condizioni di sicurezza minima sia per l’accoglienza turistica che per i pescatori. Un secondo fattore di criticità è dato dalle difficoltà nella fruizione del mare la cui costa si presenta molto frastagliata e dunque di non facile accesso. Le pedane sono l’unica infrastruttura in grado di risolvere questo ostacolo ma alcune quelle esistenti non sono mobili e rimangono montate tutto l’anno, a scapito della vista del mare e della sostenibilità abientale del luogo. Il terzo ordine di problemi è dovuto alla rete fognaria che in alcuni punti sbocca al mare rendendo il mare non balneabile. Il che costituisce un controsenso rispetto alla vocazione turistica e balneare della borgata. Gli interventi dei presenti, oltre a  ribadire tali problematiche, hanno aggiunto alcune riflessioni sul potenziale di sviluppo di Sferracavallo.

fotoLa borgata infatti offre al cittadino o turista molto di più che la semplice possibilità di fare il bagno, ma anche escursioni all’interno della riserva naturale di Capo Gallo, visite e degustazioni all’interno delle aziende agricole locali, ottimi ristoranti, etc. Purtroppo mancano strutture ricettive e turistiche in grado di accogliere potenziali clienti e spingerli a permanere per un tempo più prolungato.

Se questa parte di città non è riuscita a sviluppare pienamente il suo potenziale è da un lato per la mancanza di attenzione da parte delle istituzioni, dall’altro per incapacità degli stessi soggetti economici della borgata di mettersi insieme e fare rete.

focus sferracavalloSarebbero comunque necessari investimenti minimi e piccoli interventi per ottenere dei risultati positivi per questo territorio. Ad esempio andrebbe abbattuto l’ “ecomostro” che si trova sul porticciolo e non è mai stato utilizzato, andrebbe regolamentata la gestione delle piattaforme sul mare o risolti i problemi di gestione di alcune strutture come quella della Baia del Corallo.

Un ultimo intervento proposto è la creazione di una passeggiata a livello del mare che vada da Punta Matese a Punta Barcarello che permetterebbe non solo di godere maggiormente del mare ma anche di tenere più pulita la costa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...