Pedonalizzazioni a Palermo. Continuiamo a parlarne

IMG_2683
La nostra città sta vivendo in questi giorni un importante dibattito sul tema delle pedonalizzazioni. Noi continuiamo anche oggi a intervistare alcuni protagonisti della città che cambia e a discutere del tema di una città a misura di cittadini.

Intervista a Ernesta Morabito di Italia Nostra.
Ernesta Morabito ci racconta che da diverso tempo ormai Italia Nostra è impegnata sul tema delle pedonalizzazioni in città. In particolare nelle attività di sensibilizzazione portate avanti dall’associazione il tema delle pedonalizzazioni è stato sempre legato a quello del miglioramento della mobilità in città. I due aspetti sono fortemente collegati. Da un lato infatti non possono realizzati interventi di pedonalizzazione senza che venga efficientato il trasporto pubblico locale. Dall’altro la chiusura al traffico di alcune aree potrebbe migliorare notevolmente la qualità degli spostamenti dei cittadini. Tra i provvedimenti che dovrebbero essere attuati a tal fine vi sono sicuramente dei servizi navetta in grado di spostarsi velocemente all’interno del centro storico, le piste ciclabili e la predisposizione di appositi parcheggi per lasciare l’auto. A tale proposito l’intervistata sottolinea che la realizzazione di alcune aree parcheggio è stata già approvata come nel caso di quella di piazza Politeama e di quello di via dei Candelai.

Secondo l’associazione tra le aree da pedonalizzare vi sono in primo luogo le piazze che potrebbero essere valorizzate come spazi di aggregazione e di fruizione culturale. Ciò vale sia per il centro che per la periferia. Qualsiasi quartiere dovrebbe infatti avere uno spazio centrale pedonale in grado di rendere più gradevole e abitabile l’ambiente urbano. Per quanto riguarda il centro storico invece potrebbero essere valorizzate più piazze, in grado di costituire tra di loro un sistema di fruizione e di pedonalità coerente. Tra queste vi dovrebbero essere piazza Sant’Angelo, piazza Sant’Anna, piazza Pretoria. Tutto ciò permetterebbe di mettere in piedi aree di vivibilità dello spazio pubblico.

Le pedonalizzazioni comporterebbero così molteplici vantaggi. Da un lato gioverebbero alla salute dei cittadini riducendo il numero di auto in circolazione in un contesto urbano caratterizzato da tassi di inquinamento elevatissimi. Dall’altro comporterebbe dei vantaggi per quanto riguarad la fruizione del patrimonio storico artistico della città. Una città più ordinata e meno caotica incontrerebbe più facilmente il favore del turista in grado di godere più facilmente delle bellezze della città.

L’associazione si è inoltre battuta anche per la valorizzazione del parco della Favorita che in quanto riserva naturale dovrebbe essere anch’esso pedonalizzato. A tal fine in passato l’associazione è stata tra i promotori dell’iniziativa “Silenzio, parla la Favorita” volta a promuovere la chiusura del parco al traffico veicolare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...